Tumori della mucosa orale Treatment & Management Medical Care, assistenza chirurgica, cellule squamose orale

Tumori della mucosa orale Treatment & Management Medical Care, assistenza chirurgica, cellule squamose orale

Cure mediche

La prognosi di dell’OSCC è dipendente dal sito. Per il carcinoma intraorale, il tasso di sopravvivenza a 5 anni può essere il più basso del 30% per le lesioni posteriori presentano in ritardo, come spesso accade. Per il carcinoma del labbro, il tasso di sopravvivenza a 5 anni è spesso l’espressione della proteina nucleare oltre il 70% .Abnormal in cheratosi o tumore cellule possono avere significato prognostico.

Uno studio immunochimica di accumulo nucleare di (trasduttore di segnale fosforilata ed attivatore di Trascrizione (pSTAT3) in OSCC ha concluso che un aumento pSTAT3 nucleare, che si trova in 49 delle 90 leucoplachie e 63 di 94 OSCCs, correlato Stato tumore, metastasi linfonodali, ed prognosi infausta. [19]

Radioterapia

I vantaggi di radioterapia sono i fatti che (1) anatomia e la funzione normale sono mantenuti, (2) l’anestesia generale non è necessario, e (3) chirurgia di salvataggio è disponibile se la radioterapia non riesce.

Gli svantaggi includono principalmente i fatti che (1) effetti negativi sono comuni; (2) la cura è raro, soprattutto per i tumori di grandi dimensioni; e (3) la successiva chirurgia è più difficile e pericolosa e la sopravvivenza si riduce ulteriormente.

Di complicanze a breve termine, la mucosite orale che segue invariabilmente radioterapia a fasci esterni che coinvolge i tessuti orali o chemioterapia cancro può essere il più angosciante e può avere un effetto significativo sulla qualità della vita. Di tanto in tanto, mucosite orale è così grave che la terapia del cancro deve essere ridotta. Ben il 40% dei pazienti possono essere colpiti.

Prevenzione e trattamento pianificazione prima terapia del cancro

Prevenzione della malattia orale e un’attenta pianificazione del trattamento sono essenziali per ridurre al minimo la malattia orale e la necessità di una, e le possibili conseguenze negative di un intervento operatorio. Adulti con testa maligna e la malattia del collo, purtroppo, hanno spesso una scarsa igiene orale e la cura e sono poco compatibili con cura della salute orale. La maggior parte (97%) hanno bisogno di cura della salute orale prima della radioterapia o chemioterapia per il cancro. Quasi un terzo dei pazienti ha bisogno di cura del cavo orale prima del trapianto di midollo osseo.

Estremamente importante, ma spesso trascurato, è la necessità di consulenza psico-sociale; i pazienti devono essere consigliati attenzione per assicurare che può regolare, almeno parzialmente, alle complicazioni della terapia del cancro.

Frutta e verdura sembrano offrire qualche effetto protettivo. Il potenziale di formulazioni in gel per uso topico per la consegna locale di antociani vegetali chemiopreventiva è oggetto di indagine. [15]

Salute orale e la malattia nella terapia del cancro

Complicanze della terapia del cancro dipendono dal tipo di malignità e la posizione, la modalità di trattamento utilizzato (cioè, agenti, sequenziamento, velocità di consegna, dosaggio), e fattori dell’ospite. Ad esempio, la gravità della mucosite orale dopo radioterapia dipende dal radiazioni ionizzanti utilizzata, la velocità con cui viene consegnato, e la dose totale somministrata.

Manifestazioni di terapia del cancro possono includere mucosite e ulcerazioni orali, infezioni, sanguinamento, dolore, xerostomia, ORN, perdita del gusto, trisma, e la carie. Questi richiedono prevenzione e gestione.

La reazione della mucosa acuta ai risultati radioterapia dalla morte mitotico delle cellule nell’epitelio. Il tempo di ciclo cellulare delle cellule epiteliali basali è circa 4 giorni, e poiché questo epitelio è spessa 3-4 cellule, cambiamenti di radiazione cominciano ad apparire a circa 12 giorni dopo l’inizio di irradiazione, indipendentemente dalla dose di frazionamento o tecnica radiazioni.

farmaci citotossici, che hanno una azione selettiva sulle cellule in ciclo mitotico, uccidere le cellule epiteliali; rigenerante Pertanto, l’uso simultaneo di chemioterapia e radioterapia risultati tossicità mucosale più grave e prolungata.

livelli di Streptococcus mutans, Lactobacillus specie, e Candida specie aumentare in modo significativo dopo la radioterapia. Questi cambiamenti sono il massimo da 3-6 mesi dopo la radioterapia, dopo di che si riscontrano più variazioni o di un parziale ritorno verso il florae linea di base.

La frequenza e la gravità delle infezioni orali con virus, batteri, funghi e aumentano in modo significativo dopo la chemioterapia citotossica e radiochemioterapia. Le infezioni virali sintomatiche primarie che interessano la bocca nei pazienti con cancro includono virus herpes simplex (HSV) e infezioni da virus varicella-zoster herpes. Aciclovir rimane il trattamento primario, ma i nuovi agenti, come famciclovir, penciclovir, sorivudina, foscarnet, e altri agenti, può essere necessaria in casi di resistenza aciclovir.

Il possibile ruolo dei lieviti in irradiazione mucosite ha raccolto notevole interesse perché il numero di sottospecie Candida, in particolare, sembra aumentare. Candidosi è l’infezione fungina orale più comune nei pazienti con cancro e può causare dolore e, di tanto in tanto, può essere responsabile per la diffusione di infezioni. Xerostomia, protesi dentarie, l’uso di alcol e fumo di tabacco predisporre i pazienti alle candidosi orale. Una meta-analisi di numerosi studi hanno dimostrato il valore profilattico di clotrimazolo o fluconazolo.

tessuto salivare, in particolare acini sierose, è altamente vulnerabile a danni da radiazioni, e le ghiandole parotidi sono danneggiati più facilmente. Una dose di radiazioni più piccolo 20 Gy può causare l’arresto definitivo delle flusso salivare se somministrato in dose singola, e con i trattamenti convenzionali per il carcinoma orale (60-70 Gy), una rapida diminuzione del flusso avviene durante la prima settimana di radioterapia, con una eventuale riduzione approssimativa 95%.

flusso salivare comincia a diminuire. Dopo 5 settimane di radioterapia, il flusso praticamente cessa e raramente completamente recupera. Sia riposo e stimolato il flusso salivare sono inibiti. Tuttavia, la sensazione di secchezza della bocca tende a diminuire dopo pochi mesi ad un anno, in parte a causa di ipertrofia compensatoria di tessuto ghiandolare salivare non irradiato. Dopo 1 anno, poco ulteriore miglioramento si verifica.

Il grado di iposalivazione dipende dal grado di esposizione del tessuto salivare. Iposalivazione verifica quando il bordo superiore del campo di radiazione è sopra la zona sottomentoniera, in particolare quando le ghiandole parotidi sono coinvolti. Parzialmente ghiandole irradiati hanno risultante portate superiori rispetto ghiandole completamente irradiati. Manto, unilaterali, e campi bilaterali di radiazione può essere associato ad una riduzione del flusso salivare del 30-40%, 50-60%, e circa il 80%, rispettivamente.

Un alto tasso di flusso salivare iniziale è associata ad elevati tassi di flusso dopo la radioterapia. La radioterapia ai danni rinofaringe sia delle ghiandole parotidi e provoca gravi e permanenti iposalivazione. La radioterapia per un tumore salivare può evitare la ghiandola controlaterale e non causare gravi iposalivazione. campi radioterapia utilizzati nel trattamento del cancro orale normalmente evitare almeno parte delle ghiandole parotidi; Pertanto, iposalivazione tende a non essere così gravi come sarebbe se entrambe le ghiandole sono state irradiate nella loro interezza.

Consigliare ai pazienti di evitare xerostomic agenti come farmaci, tabacco, alcool e che possono compromettere ulteriormente la salivazione.

Sebbene la malattia parodontale solito non è un problema, i pazienti che si sottopongono a terapia del cancro possono essere predisposti alla carie causa di iposalivazione, alimenti ad alto contenuto di saccarosio, e, eventualmente, uno spostamento a più cariogeni microflora orale. Diversi tipi di lesioni cariose sono stati identificati, la maggior parte che coinvolge i bordi incisali e le zone cervicali. L’effetto diretto delle radiazioni sulla struttura del dente è probabilmente inferiore l’effetto indiretto (ad esempio, xerostomia).

Perdita del senso del gusto

I pazienti trattati con la radioterapia alla bocca invariabilmente sperimentare qualche disturbo o perdita di sensazione di gusto. Le cellule recettori gusto sono relativamente radioresistenti, e il meccanismo di questa perdita di gusto non è stato chiarito. Xerostomia contribuisce probabilmente a causa disturbi del gusto è comune dopo l’irradiazione delle ghiandole parotidi.

perdita del gusto può essere un sintomo doloroso e contribuisce alla cattiva alimentazione nei pazienti sottoposti a radioterapia. Fortunatamente, la percezione del gusto di solito recupera lentamente nel giro di pochi mesi dopo la fine della radioterapia, anche se a volte la perdita è permanente. Solfato di zinco può contribuire a migliorare la sensazione di gusto in alcuni pazienti.

La predisposizione di ORN si verifica perché l’apporto di sangue della mandibola nella fascia di età che si sviluppa il cancro è scarsa ed è quasi interamente attraverso il periostio (che diventa anche meno vascolare). Il mascellare, con la sua bassa densità e ricca vascolarizzazione, è raramente il sito di ORN.

Vari fattori predispongono i pazienti a ORN, ma in generale, il rischio è maggiore nella mandibola, a dosi di radiazioni più elevate, dimensioni frazione, il numero di frazioni, e quando i denti vengono estratti dopo la radioterapia. Tuttavia, anche ORN può verificarsi estranei a traumi. Molti pazienti con cancro orale alcol e tabacco e sono in cattive condizioni generali, che insieme con scarso stato nutrizionale e l’igiene orale, li rendono particolarmente inclini alla ulcerazioni orali e ORN.

Perché infezioni o traumi (compreso un intervento chirurgico) può provocare infezione locale, ritardata guarigione, e ORN, questi dovrebbero essere ridotte al minimo. Il tasso di ORN è 3 volte maggiore nei dentate rispetto ai pazienti edentuli come conseguenza di infezione da malattia parodontale e trauma da estrazione del dente.

Se estrazione dentale viene eseguita subito dopo la radioterapia, quando si verifica devascolarizzazione oltre al danneggiamento osteoblasti, il rischio di ORN è particolarmente elevato. Il rischio di ORN è inferiore se l’estrazione dentale viene eseguita ben prima della radioterapia, ma, indipendentemente, permane il rischio come conseguenza della maggiore rimodellamento osseo che continua per alcuni mesi dopo l’estrazione. estrazioni dentali di solito sono meglio eseguiti con giudizio e un minimo di 2-3 settimane prima di iniziare la terapia di irradiazione.

Se la chirurgia diventa poi necessaria nella gestione della malattia maligna, irradiato il tessuto deve essere maneggiato più delicatamente possibile. Il più alto tasso di ORN mandibolare si verifica in pazienti che hanno estrazioni dentali immediatamente precedenti la radioterapia o immediatamente dopo. Molti autori concordano sul fatto che le estrazioni postradiation dovrebbero essere evitati se possibile.

Un approccio conservativo al trattamento di ORN è indicato perché fino a circa il 60% dei casi di ORN risolvere con la terapia conservativa. ORN è trattato più in modo progressivo, a seconda risultati e la guarigione della lesione. approcci terapeutici includono la cura locale della ferita, antibiotici topici o sistemici, ultrasuoni, ossigeno iperbarico (HBO), e chirurgia minore-a-esteso con le procedure di ricostruzione.

Meticolosa igiene orale è essenziale, compreso l’uso di 0,02% colluttori clorexidina acquosa dopo i pasti. Irrigare via detriti e consentire sequestri di separare spontaneamente perché qualsiasi interferenza chirurgica incoraggia solo estensione del processo necrotico. Qualsiasi sequestro che si allenta deve essere rimosso delicatamente con spigoli vivi di spicole di osso.

Terapia HBO è stato anche dimostrato per promuovere la guarigione. Si raccomanda la terapia di HBO a 2-2,5 atmosfere di pressione per 1,5-2 h / d per un massimo di 84 sessioni. Gli effetti avversi con la terapia di HBO sono rari ma comprendono miopia transitoria, convulsioni e barotrauma otic o polmonari; quest’ultimo potenzialmente risultati in embolia gassosa. Preoccupazione è stata espressa che la terapia di HBO può esacerbare una varietà di disturbi autoimmuni e immunosoppressivi e viremia, anche se poche prove supporta questa preoccupazione.

ultrasuoni terapeutici ad una frequenza di 3 MHz pulsata 1 a 4 ad una intensità di 1 W / cm 2 applicato alla mandibola per 10 minuti al giorno per 50 giorni può anche migliorare efficacemente ORN.

Il trattamento chirurgico ha anche avuto un ruolo nel trattamento della ORN e può includere sequestrectomia, alveolectomy con chiusura primaria, chiusura di fistole orocutaneous o hemimandibulectomy.

Più recenti terapie antitumorali mirate

Le terapie in fase di sviluppo per indirizzare le molecole e le vie di carcinogenesi specifici sono riportati nella tabella sottostante.

In generale, terapie mirate e lo scopo di avere meno gravi effetti negativi di quanto non faccia la chemioterapia convenzionale; tuttavia, se combinato con la chemioterapia convenzionale, gli effetti del trattamento avverse (come ulcerazioni orali) può in realtà essere aumentati.

Tabella 2. terapie mirate per il cancro orale e effetti avversi orali (Open Table in una nuova finestra)

inibitori EGFR influenzano le vie di trasduzione del segnale, inibendo così la proliferazione cellulare. I principali inibitori EGFR sono cetuximab e panitumumab.

Cetuximab in combinazione con la radioterapia ha una tossicità paragonabile alla sola radioterapia, fatta eccezione per una maggiore incidenza di reazioni all’infusione, eruzioni cutanee acneiformi, e la tossicità della mucosa. [34] Panitumumab può indurre stomatite.

Erlotinib e gefitinib sono piccole molecole inibitrici della tirosin-chinasi (TKI) di EGFR utilizzati in alcuni studi. [35, 36, 37]

Lapatinib è un TKI che è attivo contro EGFR e anche HER2. Gefitinib in combinazione con la chemioterapia (docetaxel e carboplatino) ha prodotto mucosite e mielosoppressione in molti pazienti. [34]

approcci antiangiogenici con bersaglio della rapamicina nei mammiferi (sirolimus) mTORS inibitori (ad esempio, everolimus, temsirolimus, deforolimus) o anticorpi anti-fattore di crescita vascolare endoteliale (VEGF) che inibiscono VEGF mostrano anche qualche promessa. Aphthouslike ulcere sono i loro effetti avversi più comuni. Bevacizumab è un anticorpo monoclonale contro VEGF, che può causare stomatiti e compromissione della guarigione della ferita. maleato Sunitinib è un TKI di VEGF e fattore di crescita derivato dalle piastrine (PDGF), che può indurre stomatite, disgeusia, o secchezza delle fauci. [34] Trastuzumab, un anticorpo monoclonale contro HER2, può causare mucosite e neuropatia. Imatinib e sorafenib può causare cambiamenti di gusto.

cure chirurgiche

Assicurare che il paziente è più preparati possibile per la chirurgia maggiore richiesta, soprattutto in termini di anestesia generale. potenziale perdita di sangue, e la capacità di metabolizzare i farmaci, è importante. Inoltre, risolvere eventuali problemi dentali o orale in fase preoperatoria, al fine di evitare complicazioni successivi come ORN.

Chirurgia fornisce completa del tumore e dei linfonodi escissione. Un esame istologico completo può quindi essere eseguita per fini di sosta e per aiutare a prevedere la prognosi e la necessità di radioterapia adiuvante. Chirurgia offre anche un’altra opzione di trattamento per i tumori resistenti alla radioterapia.

Gli svantaggi sono principalmente mortalità perioperatoria e morbilità, ma le tecniche moderne sono diminuiti in modo significativo questi rischi, così come i difetti estetici e funzionali. Quando OSCC è fatale, è quasi sempre sia a causa di mancato controllo del tumore primario oa causa di metastasi linfonodali. La morte risultante da metastasi a distanza è insolito.

dissezione del collo funzionali (modificati per preservare la giugulare, sternocleidomastoideo, o nervo accessorio, pur garantendo la completa rimozione di nodi coinvolti) hanno guadagnato popolarità. Medi-dosi di radioterapia a volte è usato per "sterilizzare" tale collo.

La ricostruzione è su misura per la capacità del paziente ad affrontare un’operazione lunga e il rischio di morbilità significativa. Per la ricostruzione dei tessuti molli, il tessuto spesso deve essere portato nella regione per chiudere il difetto con innesti cutanei frazionate o lembi. lembi locale (ad esempio, flaps naso-labiali) forniscono, lembi affidabili sottili adatte per la riparazione di piccoli difetti. lembi Distant necessarie per riparare i difetti più grandi sono i seguenti:

lembi liberi: chirurgia microvascolare facilita eccellente ricostruzione in un’unica operazione utilizzando, per esempio, flaps dell’avambraccio basate su navi radiali, che sono particolarmente utili per sostituire tessuti molli, oppure quelli basati sul perone quando è richiesta ossea.

lembi peduncolo: lembi miocutaneo o osteomyocutaneous basate su una nave alimentazione di muscoli e perforatori per la pala della pelle (ad esempio, flaps in base al pettorale, gran dorsale o trapezio) possono essere utilizzati in un’operazione ad uno stadio per sostituire la pelle, e perché contengono anche muscolare, hanno adeguata massa per riparare i difetti e possono essere utilizzati per importare osso (di solito costola). Fronte o peduncolo deltopettorale lembi, una volta che il pilastro, necessario un intervento a 2 stadi, sostituito solo la pelle, e invocato un apporto di sangue sottili.

tessuti duri: la ricostruzione dei tessuti duri idealmente viene effettuata al momento della resezione del tumore. Gli impianti dentali possono essere inseriti in quel punto di portare una protesi. Bone è tradizionalmente considerato come liberi innesti ossei nonvascularized dalla cresta iliaca o costola, ma può sopravvivere male se contaminato o se la vascolarizzazione è compromessa dopo l’irradiazione. In questi casi, ovvero quando gran difetto è presente, un lembo osteomyocutaneous migliora notevolmente il letto graft vascolare. I veri liberi innesti ossei vascolarizzati (ad esempio, innesti perone) hanno grandi vantaggi, ma richiedono molto tempo e richiedono una notevole esperienza. I vantaggi di innesto osseo per difetti mascellari sono meno certo, e la ricostruzione mascellare è di solito con un otturatore (tappo), che ha il pregio che la cavità può essere facilmente controllato.

complicazioni specifiche della chirurgia di dell’OSCC possono includere l’infezione e la rottura della carotide, fistole salivari, e perdite dotto toracico (chilorrea).

Related posts

Related posts