Diarrea associata agli antibiotici e Clostridium Difficile, antibiotici per la diarrea.

Diarrea associata agli antibiotici e Clostridium Difficile, antibiotici per la diarrea.

Definizione

Prevalenza

Tutti i gruppi di antibiotici possono causare AAD, ma quelli con una copertura ad ampio spettro – in particolare cefalosporine, fluorochinoloni, penicilline estesa copertura, e la clindamicina – sono i colpevoli più comuni. 2 C. difficile la diarrea è in gran parte una malattia nosocomiale ed è la causa più frequente di diarrea nei pazienti ospedalizzati. La sua presenza in ambito ambulatoriale, se non in pazienti costretti a case di cura, è molto meno comune. 1 Anche se alcuni studi precedenti non hanno dimostrato un’associazione tra la soppressione di acido gastrico e infezione da C. difficile (CDI), recente meta-analisi suggerisce una significativa associazione. 3

patogenesi

Segni e sintomi

Al contrario, i casi tipici di CDI si manifestano con una profusa, mucose, diarrea maleodorante associato con crampi e tenesmo. Frank sanguinamento è rara, anche se il sangue occulto nelle feci e leucociti sono frequentemente rilevati. L’addome è generalmente morbido, con un aumento dei rumori intestinali e tenerezza mite sopra il quadrante sinistro inferiore. sintomi costituzionali sono comuni, e comprendono nausea, vomito, disidratazione, e febbricola. lieve leucocitosi è spesso presente e può verificarsi anche in assenza di diarrea. Una reazione leucemoide occasionale stato segnalato. Per la colite limitata al colon destro, i risultati di spicco della localizzato dolore addominale, leucocitosi, febbre e possono essere trovati in presenza di minime diarrea.

Nei casi più gravi, megacolon tossico può verificarsi insieme con i risultati ingannevoli di “migliorata diarrea.” Un quadro clinico drammatico della marcata distensione del colon, irritazione peritoneale, febbre, ed elevato numero di globuli bianchi, e acidosi lattica si trova comunemente. Ipoalbuminemia, ipovolemia, e ascite sono comuni. Una pianura addominale raggi X può mostrare marcata distensione del colon o thumbprinting, con o senza pneumatosi intestinale. La tomografia computerizzata spesso rivela l’ispessimento del colon muro, lume obliterazione, pericolonic spiaggiamento di grassi, e ascite. L’intervento chirurgico è spesso richiesto, e porta significativa morbidità e mortalità. 10

La diagnosi di DAA dovrebbe essere considerata in tutti i pazienti recentemente trattati con antibiotici e presenta con nuova insorgenza di diarrea. L’esposizione fino a 8 settimane prima dell’inizio di qualsiasi antimicrobico, inclusi gli agenti antifungini, dovrebbe essere presa in considerazione. La presentazione clinica, dati di laboratorio, studi di imaging, e gli esami endoscopici sono tutti utili. presentazioni atipiche sottili, specialmente in pazienti ambulatoriali con una esposizione ad antibiotici a distanza e breve, richiedono alta sospetto. Leucocitosi, leucociti fecali, e il sangue occulto nelle feci sono di supporto della diagnosi, ma non sempre presente. Studi di imaging, tra cui pellicole radiografiche di pianura e la tomografia computerizzata, sono di beneficio marginale come strumenti diagnostici, ma diventano utili nei casi più gravi di identificare le complicanze.

La pietra angolare della diagnosi di C. difficile La colite è l’identificazione di C. difficile tossine nelle feci. saggi di coltura sono considerati il ​​gold standard, basata sulla dimostrazione di tossina B effetto citopatico su monostrati di coltura cellulare. Questo test porta grande specificità e sensibilità, rilevando le concentrazioni di tossine minime. Purtroppo, i test di coltura cellulare sono costosi, in termini di tempo, e raramente utilizzati nella pratica clinica.

L’endoscopia è un test diagnostico rapido ma invasivo e costoso per C. difficile colite. Spesso, i risultati non specifici della colite come l’edema, eritema, e la perdita di modello vascolare sono gli unici risultati. Nei casi di colite pseudomembranosa, l’endoscopia è diagnostico, perché possono rivelare tipico sollevato, noduli giallo su aree di mucosa normale o eritema minimo. Nei casi più gravi, noduli coalescenti formando ampie zone pseudomembrane su uno sfondo di infiammazione e ulcerazioni trovano (Fig. 2). Nella maggior parte dei casi, pseudomembrane sono distribuiti in tutto il colon e sono facilmente identificabili alla portata del sigmoidoscopio. In alcuni casi, le pseudomembrane si limitano al colon destro. L’endoscopia deve essere usato con cautela e riservato a pazienti con grave colite di causa poco chiara, in cui è necessaria una diagnosi tempestiva.

Trattamento

Le attuali linee guida della American College of Gastroenterology (ACG) per la gestione iniziale di C. difficile la colite sono chiare e largamente accettata (riquadro 1). 11 Nella stragrande maggioranza dei pazienti DAA è una malattia limitata mite e auto che risponde alla sospensione degli antibiotici, terapia di supporto, e la sostituzione di liquidi ed elettroliti. D’altra parte, nei casi in cui i segni ei sintomi di colite sviluppano, l’uso di efficaci agenti antimicrobici orali contro C. difficile è spesso necessario. Sebbene la diagnosi di C. difficile colite deve sempre essere stabilito prima terapia antimicrobica è implementato, siamo d’accordo fortemente con le attuali linee guida ACG a che la terapia empirica deve essere iniziata in caso di grande suggestione di pazienti gravemente malati. 11 Nei pazienti con sospetta o confermata CDI, l’uso di agenti antiperistalitic per controllare la diarrea deve essere limitato o evitato in quanto possono oscurare i sintomi.

BOX 1 Linee guida per il trattamento dei Clostridium Difficile Colite

Related posts

Related posts